Tu sei qui: Portale Comunicati stampa 23 giugno 2015. Novità nella raccolta dei rifiuti sul territorio di Camposanto
Accedi


Hai dimenticato la tua password?
Biblioteca
 

23 giugno 2015. Novità nella raccolta dei rifiuti sul territorio di Camposanto

Dal 1° luglio il territorio comunale di Camposanto sarà interessato da un’importante rimodulazione del servizio di raccolta rifiuti. Verrà infatti esteso a tutto il territorio il Modello 1, già adottato a partire dal 2010 nelle vie del capoluogo e presso i centri abitati più consistenti, per dare ai nuclei famigliari ubicati nelle zone agricole una possibilità in più di differenziare i propri rifiuti.
Dopo un’attenta analisi della situazione, proposta dall’Assessore Vincenzi e curata dall’Ufficio Ambiente in collaborazione con il gestore del servizio Aimag e in accordo con i comuni limitrofi di Bomporto e San Felice sul Panaro, nei giorni scorsi i cittadini interessati sono stati informati delle modifiche al servizio.
Il Modello 1 prevede la rimozione dei cassonetti singoli destinati ai rifiuti indifferenziati e l’individuazione di isole di base dotate dei cinque cassonetti colorati per le diverse frazioni di rifiuto: indifferenziato, umido, vetro, carta e plastica. L’ampliamento in oggetto riguarda i residenti di via Bottegone, via Gorzano, località Bosco della Saliceta, via Panaria Ovest, via Dogaro e via Panaria Est. In tutto saranno rimossi 22 cassonetti per indifferenziato e contestualmente create 4 nuove isole di base: una in via Bottegone, due in località Bosco della Saliceta e una in via Gorzano.
«Questa operazione, studiata innanzitutto per aumentare le percentuali di raccolta differenziata del nostro Comune – spiega l’Assessore Vincenzi – ha diverse finalità. Intende infatti fornire la possibilità di differenziare correttamente i rifiuti in zone penalizzate dal punto di vista logistico-strutturale, togliendo allo stesso tempo alcuni cassonetti collocati in luoghi poco accessibili o poco frequentati. Permette poi a tutti i cittadini di prepararsi all’avvento della raccolta porta a porta, prevista per l’autunno 2016. Siamo consapevoli dei possibili disagi, soprattutto iniziali, provocati da un cambio di abitudini, ma confidiamo nella volontà dei cittadini e nel loro senso civico affinché si abituino presto a questo nuovo metodo di raccolta dei rifiuti. Inoltre – sottolinea l’Assessore Vincenzi – è importante iniziare sin da ora a diminuire la quantità di rifiuto indifferenziato perché nel futuro, con il sistema di tariffazione puntuale, si pagherà in base ad esso: tanto più rifiuto indifferenziato prodotto, tanto più alta sarà la tariffa per il nucleo famigliare».

 

Le immagini indicano la rimodulazione dei cassonetti sul territorio: in corrispondenza della croce rossa i cassonetti grigi rimossi, in corrispondenza del cerchio blu-verde le nuove isole di base.

Azioni sul documento