Tu sei qui: Portale Comunicati stampa 17 febbraio 2014. Giuliano Banfi presenta il suo libro sulla corrispondenza tra i genitori da Fossoli

17 febbraio 2014. Giuliano Banfi presenta il suo libro sulla corrispondenza tra i genitori da Fossoli

In occasione della Giornata della Memoria dello scorso 27 gennaio, non è stato possibile realizzare l’iniziativa rivolta alla cittadinanza dal momento che l’emergenza alluvione non era ancora del tutto superata. Intendiamo recuperare con l’appuntamento di mercoledì 26 febbraio alle 20,45 in Sala Ariston nel corso del quale – alla presenza dell’autore – presenteremo il libro Amore e speranza - Corrispondenza tra Julia e Gian Luigi Banfi dal campo di concentramento di Fossoli aprile-luglio 1944 di Giuliano Banfi, figlio di Julia e Gian Luigi. Il volume trascrive con scrupolo filologico il carteggio intercorso in circostanze drammatiche, dal marzo all'agosto 1944, tra l'architetto Gian Luigi Banfi e la giovane moglie Julia Bertolotti. Si tratta di messaggi di grande valore intellettuale, morale ed affettivo, che esprimono la realtà dell'esistenza precaria nella Milano occupata dai tedeschi, nel carcere di San Vittore e nel campo d'internamento di Fossoli. Grazie alla corrispondenza clandestina con la sua amata Julia, Gian Luigi, animatore del partito d'azione, arrestato dopo le confessioni estorte a un compagno di cospirazione, può comunicare con il mondo e alimentare il filo della speranza. Il carteggio contiene, cosa pressoché unica nelle pubblicazioni similari, sia i messaggi inviati da Banfi alla moglie, sia quelli da lui ricevuti dall'esterno del campo d'internamento, perché consegnati a Julia per la loro conservazione a ridosso della traduzione in Germania. Queste lettere, come è facile immaginare, disegnano uno spaccato della deportazione e dei suoi protagonisti e saranno lo spunto da cui partiremo per - come ci chiede Primo Levi - «meditare che questo è stato». Anche quest’anno vogliamo fare memoria, per ricordare e per riflettere; e lo faremo insieme alle generazioni più giovani, con i ragazzi delle classi terze medie che - insieme ai loro insegnanti e al personale dell'Associazione Culturale Educamente - stanno svolgendo in questi giorni diversi laboratori sia sulla deportazione che sulla Costituzione. Le attività culmineranno in occasione della Festa della Liberazione e, oltre a tenere alta l’attenzione su questi temi, abbiamo voluto soffermarci anche su aspetti specifici della nostra storia locale che troppo spesso viene trascurata. Ringrazio gli insegnanti del nostro Istituto Comprensivo e il personale dell’Associazione Culturale Educamente: grazie alla loro collaborazione ci è stato possibile mettere insieme questo ambizioso ed importante progetto che si concluderà ad aprile e che, mettendo in relazione la storia che si studia sui libri con quella locale, ha l'ambizione di avvicinare ai ragazzi le vicende del nostro passato per aiutarli a riflettere in modo più consapevole sul presente e soprattutto sul futuro».

Luca Gherardi
Assessore all'Istruzione e alla Cultura

Giuliano Banfi.
 Nato a Milano, si è laureato in architettura al Politecnico di Milano nel 1965 con una tesi di cui il correlatore è stato Ludovico Belgiojoso. Ha lavorato prima come urbanista per il Ministero dei Lavori Pubblici e in seguito per la Regione Lombardia alla stesura della prima legge urbanistica regionale fino a diventare responsabile dei grandi progetti territoriali di interesse regionale. È stato Consigliere e Assessore della Provincia di Milano. È membro dell’ANED e dell’ANPI.

 

Azioni sul documento
« ottobre 2019 »
ottobre
lumamegivesado
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031
CercaTrova

cercatrova

Percorsi cicloturistici

Mappa consultabile realizzata da UCMAN e FIAB

Bosco della Saliceta
Immobili in affitto

Vetrina on line per immobili aziendali in affitto: www.capmodena.it

Nuova vita, buona vita!

Sconti per neonati